Seleziona le caratteristiche



















Agriturismo Sicilia / Provincia di Ragusa / Modica

agriturismo bugilfezza

Agriturismo
contrada bugilfezza MODICA
Tel. 0932 771773 Fax 0932 771894
Visita il sito web

Attenzione: Google Street view mostra un'immagine approssimata dell'indirizzo indicato. La visuale potrebbe non corrispondere alla reale veduta della struttura.

Villa Antonino Giunta - Contrada Bugilfezza

Vanedda Amuri è il locale toponimo della sinuosa stradina, che s'apre lungo la statale 115 al crocevia di Cava d’Ispica e guida al ferreo cancello della Villa Giunta in contrada Bugilfezza, feudo ricordato nei diplomi del 1303, il cui nome - a dire dello storico Raffaele Solarino, autore della pregevole opera «La Contea di Modica»- è di sicura derivazione araba: da Burg, terra e Feiz, nome di persona e di casato.


Ignoriamo, invece, se la denominazione Vanedda Amuri sia da attribuire ai folti e spinosi rovi dai dolcissimi frutti, detti "amuri" appunto, che abbracciano i muretti a secco, oppure sia da ricondurre al seducente intreccio di un innamoramento ancora tutto da scoprire. Comunque sia, è piacevole sostare nell'ampio cortile, su cui prospetta l'elegante residenza signorile con le sue solari stanze, eco dei fasti del passato, inscritti anche nelle decorate pietre di porte e balconi.


Il primo nucleo della Villa, immersa nel verde argenteo di un grande uliveto, risale al secolo XVIII e precisamente alla committenza di Tommaso Scrofani sposo di Isabella Alagona e padre del celebre letterato ed economista modicano Saverio Scrofani, che villeggiò in questo luogo e dalla splendida terrazza del prospetto rivolto all'orizzonte del mare Mediterraneo immaginò i suoi avventurosi itinerari di "giornalista viaggiante". Successivamente, nel 1861, quest’originario nucleo fu ingrandito con l'edificazione di un altro corpo di fabbrica, che, alla fine dello stesso secolo, passò alla famiglia Giunta in seguito al matrimonio della Baronessa A. Maria Scrofani con Don Antonio Giunta, come è possibile apprendere dalla genealogia Alagona-Scrofani-Giunta.


La Villa conserva il suo accesso originario ed il suo armonico linguaggio architettonico che certificano, pur nell'alternarsi dei tempi di costruzione, le festose villeggiature di una classe agiata e raffinata, dedita anche al razionale sfruttamento della campagna e delle sue risorse. I fabbricati rurali di pertinenza della Villa, destinati attualmente ad azienda agrituristica, rinviano al primo Ottocento se non a periodi antecedenti, come documenta la loro originaria aggregazione.
L’accurata e sapiente ristrutturazione degli ambienti, la museografica conservazione degli attrezzi di lavoro agricolo tradizionale, il riuso dei magazzini e la rivalutazione delle pietrose macine del «trappeto» oleario, rievocando le storiche partiture di questa memorabile terramare iblea, offrono gli indimenticati soggiorni che solo la più accreditata ospitalità siciliana sa ancora dolcemente elargire.

Grazia Dormiente
Non ci sono offerte in corso
La struttura ancora non ha ricevuto recensioni
Nome
Cognome
Sono nato all'estero
Comune di nascita
Nazione
Codice Fiscale (senza spazi)
Sesso
M F
Sesso
M F
Data di nascita
Email
Data arrivo (check in)
Data partenza (check out)
Struttura
Pulizia
Posizione della struttura
Gestore
Rapporto qualità/prezzo
Colazione
Recensione
Ho letto le AVVERTENZE, le Note Legali e Informativa sulla Privacy

Per inviare la recensione è necessario prima inserire, nel campo sotto, la sequenza di caratteri mostrata in figura. Lettere maiuscole e minuscole sono considerate equivalenti.
Sequenza