Seleziona le caratteristiche





















Agriturismo Sicilia / Provincia di Trapani / Petrosino

baglio spanò - antiche dimore di sicilia

Bed & Breakfast
contrada triglia scaletta litorale sud, sn PETROSINO
Tel. 0923 1890090 Cell. 329 4358442 Cell. 348 8822095
Visita il sito web

Attenzione: Google Street view mostra un'immagine approssimata dell'indirizzo indicato. La visuale potrebbe non corrispondere alla reale veduta della struttura.

NOVITA': PISCINA TRA GLI AGRUMI A PARTIRE DA APRILE 2016

Il "Baglio Spanò" dimora feudale del Marchese Nicolò Spanò, ha mantenuto nel tempo il suo fascino strutturale e paesaggistico per la sua lontananza dai centri abitati e per gli interventi conservativi che ne hanno esaltato le peculiarità e le fattezze originarie. Nelle vecchie cantine viene servita la prima colazione con prodotti tipici e marmellate prodotte con gli agrumi dell’azienda. E' inoltre possibile gustare piatti tipici preparati da massaie del luogo e vini della zona.
Al piano superiore si accede in un sala lettura con pavimenti decorati e mobili di pregio, tutti originali del casato. Da quì, un panorama d'altri tempi incanta la vista fino al mare (distante circa un chilometro). Le camere, di cui quattro al piano superiore e due a quello inferiore sono dotate di climatizzatore e di bagno privato.
A venti minuti è possibile imbarcarsi per escursioni alle isole Egadi con aliscafi di linea, oppure noleggiare un gommone e soffermarsi nelle cale più belle. Inoltre è possibile fare escursioni nella vicina Marsala, Mazara del vallo, isole dello Stagnone (Mozia), Selinunte, Segesta, Erice
Al primo piano una antica sala da pranzo in stile liberty, oggi adibita a biblioteca e sala tv, accoglie gli ospiti offrendo loro uno splendida vista sull'agrumeto e sui vigneti dell'azienda a cui fanno da corollario i colori del mare, che dista poche centinaia di metri dal baglio.
Tutte le camere, in perfetto stile architettonico siciliano, ruotano intorno a questa sala, ognuna con una sua diversa identita', arredate con mobili originali di fine 800 restaurati in loco, dotate di impianto di riscaldamento/aria condizionata autonomo, e rese uniche da una pavimentazione di pregio decorata a mano, con disegni diversi per ogni ambiente. Ogni mobile, oggetto da collezione, antico arnese da lavoro ricorda la tradizione siciliana.
La forte personalita' di ciascuna camera, il sapore delle antiche tradizioni che si respira in ognuna di esse, ha ispirato la loro denominazione:
"Grillo", "Inzolia", "Grecanico" sono infatti i principali vitigni utilizzati per la produzione del vino Marsala che ha reso queste terre famose in tutto il mondo.
La presenza di ampi spazi relax su diverse esposizioni (da nord a sud) permette agli ospiti del Baglio Spano' di godere appieno in ogni momento della giornata sia di sole che di frescura. La struttura offre infatti l'accesso ad un patio coperto con tegole di terracotta e legno e con pavimentazione in basolato ("la Pinnata"), incorniciato da una bellissima bouganville e attrezzato con tavolini e sedie a sdraio in vimini. Dalla cantina invece, sul lato opposto, si accede ad un secondo patio che delimita il secolare agrumeto, i cui colori e profumi, simboli di una intramontata sicilianita', conferiscono al Baglio unicita' e peculiarita'.
Luoghi da visitare:
Marsala. Conosciuta dal sec. XVIII per l'omonimo vino liquoroso ed oggi nota per le innumerevoli cantine vitivinicole aperte ai turisti, è una antica roccaforte navale cartaginese. Marsala è anche storicamente famosa per lo sbarco di Garibaldi nel 1860. Da visitare il Duomo di origine normanna, consacrato a San Tommaso di Canterbury e la ritrovata e ricostruita nave punica.
Trapani. Trapani è il capoluogo della provincia e attira numerosissimi turisti e visitatori durante la settimana Santa in occasione della quale si assiste alla più importante fra le processioni quella dei Misteri di Trapani. La processione ha inizio nel pomeriggio del Venerdì Santo e si protrae fino alla mattina del Sabato snodandosi per tutte le vie della città. Da visitare la Cattedrale di San Lorenzo (Sec XVII), il Santuario dell'Annunziata il Museo Pepoli, la Chiesa del Collegio (sec. XVII), le famose saline ed i caratteristici Mulini a vento.
Segesta. Interessantissima meta turistico-archeologica. Antica città elima, oggi assai visitata per le sue rovine: il grandioso tempio dorico ed il teatro greco, utilizzato ogni anno per manifestazioni teatrali di ogni genere.
Riserva Naturale Orientata dello Zingaro. E' stata la prima riserva naturale istituita in Sicilia. Questa splendida riserva si snoda lungo circa 7Km. di splendida ed incontaminata costa a partire dal golfo di Castellammare e si estende fino a San Vito lo Capo. Si tratta di una riserva ricca di rarissime piante e di una elevata diversità faunistica, rara da trovare in altre parti dell'isola.
L'Isola di Mothia. L'Isola di Mothia, fu un tempo un importante scalo commerciale e militare. Questa isola è la più grande del minuscolo arcipelago delle Isole dello Stagnone. Da visitare immancabilmente il Museo Archeologico Whitaker, il quale conserva la più importante raccolta di manufatti fenicio-punici della Sicilia, e gli scavi archeologici con le mura fortificate i cui resti sono ancora chiaramente visibili.
Erice. Romantica e affascinante cittadina dal caratteristico impianto medioevale, oggi sede del noto centro di ricerca scientifica Ettore Majorana. Da visitare la Chiesa Madre (sec. IV), il Castello Pepoli, la Chiesa di San Giovanni Battista, ed il Castello di Venere, imponente fortezza normanna.
Scopello. Antico e caratteristico borgo marinaro, noto per l'eccezionale abbondanza di tonni presente nel suo mare. Sede dell'antica tonnara ormai in disarmo ma motivo di grande attrazione turistica. Degno di nota anche anche un magnifico baglio all'interno del quale, oltre alle manifestazioni musicali, durante l'estate si può ammirare un piccolo centro dedicato alla produzione di ceramiche d'arte.
San Vito lo Capo. Vivace cittadina la cui attività principale oggi è il turismo grazie alle sue spiagge, al clima, al mare incontaminato, alle viuzze ornate da fiori, al suo pesce fresco ed al suo rinomato "couscous", tipico piatto arabo.
Selinunte. Formidabile meta turistico-archeologica. Anticamente questa era una delle città più potenti della Sicilia ed era la colonia greca più occidentale. In guerra subì una tremenda sconfitta dalla rivale Segesta, che quasi la cancellò dalle cartine geografiche, e successivamente i romani la distrussero completamente, fu riscoperta nel XVI sec. da un dominicano, e portata alla luce nel XIX sec. Da vedere nell'acropoli, il Tempio D, il Tempio A, e O e il Tempio C che è il più antico del VI sec.; il santuario di Malophoros, dedicato a Demetra, e la città antica i cui scavi hanno messo in luce parte dell'impianto urbanistico.
  • Climatizzazione
  • Parcheggio
  • Piscina
  • Giardino
  • Wifi Gratis
  • Phon in Camera
  • Riscaldamento
  • Ristorante annesso
  • Vicino al mare
  • Dimora di prestigio
  • Per Famiglie
  • Fuga Romantica

* Dichiarate dal Gestore
Camera Doppia MIN: 65 € / MAX: 130 €
Non ci sono offerte in corso
La struttura ancora non ha ricevuto recensioni
Nome
Cognome
Comune di nascita
Nazione
Codice Fiscale (senza spazi)
Sesso
M F
Sesso
M F
Data di nascita
Email
Data arrivo (check in)
Data partenza (check out)
Struttura
Pulizia
Posizione della struttura
Gestore
Rapporto qualità/prezzo
Colazione
Recensione

Per inviare la recensione è necessario prima inserire, nel campo sotto, la sequenza di caratteri mostrata in figura. Lettere maiuscole e minuscole sono considerate equivalenti.
Sequenza